Fatturazione Elettronica: i benefici

MCA Software | Fatturazione Elettronica: i benefici

Il passaggio dalla fatturazione tradizionale a quella elettronica, per organizzazioni con un volume di fatture superiore alle 3.000 fatture all'anno in termini di produzione e ricezione, potrà generare un risparmio tra i 7,5 e gli 11,5 Euro per singolo documento. La stima è dell'Agenzia Digitale, che calcola una convenienza proporzionalmente applicabile anche alle realtà più piccole. Oltre il fisiologico disorientamento che provocano le innovazioni strutturali, la transizione alla fatturazione elettronica, obbligatoria a partire dal 1 Luglio per i subappaltatori della Pubblica Amministrazione e per gli operatori della filiera dei carburanti e dal 1 Gennaio 2019 per tutte le imprese di ogni comparto e dimensione, sarà fonte di benefici e di valore, se affrontata per tempo.
Innanzitutto, spiega Roberto Pasqualini presidente di M.C.A., le imprese dovrebbero considerarla parte di un percorso integrato verso la digitalizzazione delle relazioni business. Lo scenario di partenza, rilevato dall'Agenzia delle Entrate, è infatti quello di un Paese che, soltanto nel 2017, ha generato e gestito 30,2 miliardi di fatture della Pubblica Amministrazione (B2G) e 111 mila fatture relative a operazioni da un'impresa verso un'altra impresa (B2B). Con il passaggio alla fatturazione elettronica, i benefici economici saranno generati in primo luogo dai risparmi legati alla riduzione dell'impiego di manodopera per le attività di stampa e imbustamento, alla semplificazione della relazione con il cliente e alla razionalizzazione dei processi di conservazione, con il plus sostanziale dell'eliminazione dei costi di gestione dell'archivio cartaceo.
Per approfondire il tema M.C.A., in collaborazione con Rizzoli-Tech e Zucchetti, ha organizzato un evento gratuito mercoledì 9 Maggio presso 
Hotel Carpi. Il video è visualizzabile a questo link